Dieta dimagrante: le 33 migliori diete del mondo

diete salutariPrima di scegliere la tua dieta ideale, diamo uno sguardo alla classifica delle 33 migliori diete del mondo, tra le quali potrai scegliere quella più adatta a te. Inoltre, in questo articolo a cura della redazione di DietaDimagrante.biz, vi presentiamo la migliore dieta dimagrante ipocalorica di 1400 calorie e tanti consigli utili per perdere peso.

1. dieta Weight Watchers
La dieta Weight Watchers è uno dei più antichi metodi studiati per la perdita di peso, risale agli anni 60 ed ha origine negli Stati Uniti. Questo programma di perdita di peso ha avuto e ha ancora molti seguaci, principalmente a causa del fatto che non è una dieta drastica, non ci sono alimenti proibiti e puoi perdere circa 1 chilogrammo a settimana. Inoltre, la dieta Weight Watchers può essere adattata a ciascun individuo e non richiede una notevole spesa.

2. La dieta volumetrica
Studi effettuati in molti paesi hanno dimostrato che le persone tendono a mangiare ogni giorno lo stesso volume/quantità di cibo, indipendentemente dal conteggio delle calorie. Poiché alcuni alimenti sono meno densi di calorie rispetto ad altri, la dieta volumetrica si basa sul principio che è possibile consumare meno calorie senza consumare meno cibo. Gli alimenti a basso contenuto di calorie, ma ad alto volume, ti aiutano a sentirti sazio, ed è allora che perderai i chili di troppo. La dieta “Volumetrics” è stata inventata da Barbara Rolls, insegnante di nutrizione presso Penn State.

3. La dieta vegana
I vegani sono più restrittivi dei vegetariani, nel senso che il veganismo è già uno stile di vita. Oltre al fatto che i seguaci di questa dieta non consumano assolutamente alcun prodotto animale (nemmeno il miele!), Sono contro l’uso di pelli e pellicce naturali nel settore dell’abbigliamento. I vegani sono innanzitutto i difensori dei diritti degli animali, quindi non mangiano nemmeno uova o latte, prodotti per i quali gli animali generalmente non vengono uccisi. La dieta a base di cibi esclusivamente vegetali ha dimostrato essere un valido aiuto per mantenere in buona salute le arterie, proteggendo così da gravi malattie, come il cancro, le malattie cardiache o il diabete. Tuttavia, non tutti sono disposti a seguire una dieta simile e, a lungo termine, deve essere attentamente studiata, per non privare gli organi di nutrienti essenziali. Può essere invece usata per un periodo limitato, per un migliore il transito intestinale e migliorare la salute in generale.

4. La dieta flessibile
Progettata per la perdita di peso, la dieta flessibile rappresenta un modo di mangiare equilibrato, adatto a vegetariani che occasionalmente desiderano mangiare la carne.

È interessante notare che coloro che variano la propria dieta pesano il 15% in meno di quelli che fanno affidamento su alimenti di origine animale e hanno un tasso inferiore di malattie cardiache come il diabete e il cancro. Vivono in media 3,6 anni in più.

5. dieta DASH
La dieta DASH, ricca di verdure, cereali integrali e prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi, è considerata in termini di sicurezza migliore della dieta Weight Watchers. La dieta DASH, che si traduce in abbassamento della pressione sanguigna senza farmaci, è stata scelta da un gruppo di esperti di salute come la migliore dieta per le persone con diagnosi di diabete e, allo stesso tempo, la migliore soluzione per un’alimentazione sana.

5. Dieta Ornish (considerata allo stesso livello della dieta DASH)
Una dieta eccellente per la perdita di peso, ma anche per il trattamento di diverse condizioni di salute, la dieta Ornish aiuta anche a prevenire o controllare il diabete e le malattie cardiache, abbassare la pressione sanguigna e il colesterolo, prevenire e curare il cancro.

La dieta prende il nome dal suo creatore, Dean Ornish, professore di medicina all’Università della California di San Francisco. Dean Ornish e stato fondatore dell’Institute of Preventive Medical Research di Sausalito. Questa dieta rappresenta un vero stile di vita, che tiene conto non solo della nutrizione, ma anche di esercizi fisici, gestione dello stress ed equilibrio emotivo. Prestando attenzione a tutti questi piani, sarai in grado di raggiungere qualsiasi obiettivo, che si tratti di perdita di peso, prevenzione o persino di trattamento di malattie croniche.

6. 6. Dieta raw
La dieta raw prevede il consumo di alimenti freschi e preparati termicamente, come frutta, verdura, semi, uova e prodotti lattiero-caseari, che non sono tutti preparati termicamente. I benefici della dieta Raw includono: perdita di peso, aumento dell’energia, miglioramento dell’aspetto della pelle, miglioramento del sistema immunitario, migliore digestione, prevenzione delle malattie cardiache e altri tipi di malattie croniche. Tuttavia, non è facile da seguire e richiede alcune precauzioni.

7. Dieta dissociata
Irina Reisler, giornalista, promotrice di una vita sana, le cui attività attuali incoraggiano una vita equilibrata, ha perso 50 chili con l’aiuto della dieta dissociata.

8. La dieta giapponese
La dieta giapponese promette di perdere 3 chilogrammi in soli 3 giorni, senza richiedere uno sforzo dietetico molto lungo. Il cibo generalmente consumato dai giapponesi concentra i nutrienti in piccole porzioni. Puoi mangiare varie verdure, pesce, frutti di mare, alghe, riso, cereali e non necessariamente cucinati nel tradizionale stile giapponese.

9. Dieta Mayo
Oltre a un menu salutare, la dieta della Mayo Clinic promette di eliminare dai 3 ai 5 kg nelle prime 2 settimane, dopo di che si continuerà a perdere peso più lentamente, perdendo un massimo di 800 – 900 grammi a settimana. Nei primi 14 giorni, non vengono conteggiate calorie e tra i pasti puoi mangiare tutta la frutta e la verdura che desideri.

Dopo questo intervallo, tuttavia si inizia il conteggio delle calorie. Bisognerà imparare quali sono i cibi più sani, da dove devono provenire le calorie e si studiano le sane abitudini da mantenere per il resto della vita.

10. Diet Nutrisystem
Molto efficace nella perdita di peso, se mantenuta rigorosamente, la dieta NutriSystem si basa su carboidrati, cereali integrali o verdure ad alto contenuto di fibre. Tali alimenti aiutano a mantenere il normale livello di zucchero e insulina nel sangue, essendo efficaci anche nella prevenzione o nel controllo del diabete.

11. Dieta Atkins
La dieta Atkins si basa sul principio che le persone in sovrappeso devono ridurre i glucidi nell’alimentazione per obbligare il corpo ad attingere alle scorte di grasso e bruciarle, facendoti perdere i chili in eccesso. Il corpo umano brucia calorie e carboidrati per ottenere energia. Tuttavia, questi ultimi vengono bruciati per primi.

Riducendo l’assunzione di carboidrati dalla dieta e consumando più proteine ​​e acidi grassi monoinsaturi, il corpo perde grasso corporeo. Questo processo si verifica perché, essendo costretto dalle circostanze, il corpo inizia a ridurre i depositi di grasso già esistenti. Oltre a perdere peso, la dieta Atkins rappresenta il modo ideale in cui i suoi seguaci possono migliorare la qualità della vita e la salute.

12. Dieta Eco-Atkins
Riesci a mantenere una dieta a basso contenuto di carboidrati, come Atkins, mentre sei a dieta vegetariana o vegana? Nuovi studi dimostrano che è possibile!. Un gruppo di ricercatori ha voluto vedere se potevano adattare la dieta Atkins in modo da mantenere il beneficio della perdita di peso, che è già stato dimostrato, ma hanno anche l’effetto di migliorare il colesterolo attraverso un approccio vegetariano. È così che è nato il programma “Eco-Atkins”.

I ricercatori hanno studiato un gruppo di persone che seguono una dieta vegana (che non contiene un singolo prodotto animale, nemmeno latticini o uova) per avere altri due obiettivi nella dieta: basso contenuto di carboidrati e alto contenuto proteico.

13. Dieta mediterranea
La dieta mediterranea si basa su olio d’oliva, noci, frutta, cereali, verdure e carne di pesce. È noto che una tale dieta aiuta a prevenire le malattie cardiache, ma pochi sanno che è raccomandata nella prevenzione del diabete e soprattutto per aiutare le persone con predisposizione genetica a sviluppare una tale malattia.

14. Dieta vegetariana
La dieta vegetariana non ha più bisogno di presentazioni, sapendo che questo stile di alimentazione elimina totalmente qualsiasi alimento di origine animale. Le diete vegetariane sono note per i loro benefici anti-cancerogeni, ma devono essere affrontate attentamente, in modo che la dieta abbia un’alta quantità di nutrienti, aminoacidi e vitamine necessari per la buona salute degli organi. Si raccomandano periodicamente anche integratori di vitamina B12.

15. Dieta nutrizionale
La dieta nutrizionale è stata progettata per aiutarci a perdere peso, prevenendo malattie cardiache, diabete, alcune forme di cancro e persino malattie autoimmuni. In questa dieta si limitano gli alimenti di origine animale, a favore invece di una varietà di nutrienti vegetali. Questa dieta ti fa riscoprire il gusto dei cibi freschi. Perfetta per l’estate.

16. Dieta South Beach
Una dieta progettata originariamente per le persone con problemi cardiaci si è rivelata molto utile e per la perdita di peso. L’ideatore di questo programma è il cardiologo americano Dr. Arthur Agatston. La dieta South Beach è una dieta priva di carboidrati e zuccheri. Gli unici carboidrati ammessi, sono quelli semplici contenuti nei cereali, nella frutta e nelle verdure.

17. Dieta TLC (cambiamenti dello stile di vita terapeutico)
La dieta FTA è stata inventata dagli specialisti americani del National Institute of Health, in collaborazione con l’American Heart Association e un team di medici del programma educativo per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo. Questo si basa sulla drastica riduzione del grasso saturo e sull’introduzione nella dieta di altrettante fibre, che hanno la capacità di ridurre naturalmente il livello di colesterolo nel sangue.

Lo scopo di questa dieta è di eliminare l’eccesso di peso in modo sano, senza restrizioni drastiche, in modo che la dieta possa essere seguita senza problemi, in modo che diventi uno stile di vita. È inoltre destinato a ridurre i livelli di colesterolo dell’8-10% in sei settimane.

18. Dieta per un addome piatto
La dieta per un addome piatto è stata ideata da Liz Vaccariello, direttore della rivista Prevention, insieme a Cynthia Sass. La dieta è stata pensata come risultato della teoria secondo cui gli acidi grassi monoinsaturi, non solo non ingrassano, ma addirittura “distruggono” il grasso sulla pancia, perché ti danno una sensazione di sazietà e prevengono l’eccesso di cibo. Questi grassi si trovano in alimenti come noci (noci, nocciole), semi, cioccolato, Avocado e olio d’oliva.

A differenza del grasso saturo, che si addensa e ostruisce le arterie, gli acidi grassi monoinsaturi mantengono i vasi sanguigni puliti e flessibili. Oltre a concentrarsi su questi grassi sani, la dieta per un addome piatto è in qualche modo simile alla dieta mediterranea. Gli ingredienti chiave sono frutta, verdura, legumi, cereali integrali, olio d’oliva e pesce.

19. Dieta chetogenica
È una dieta progettata dal 1924 dal Dr. Russell Wilder presso la Mayo Clinic, ma è stata migliorata nel tempo e ora sta mostrando risultati promettenti, essendo seguita da sempre più persone. Inizialmente, questa dieta veniva utilizzata principalmente per scopi medici e per il controllo delle crisi epilettiche nelle persone che non rispondono al trattamento farmacologico, il principio di base è l’induzione di una condizione di chetosi fisiologica, simile a quella durante le interruzioni prolungate di cibo. Le diete chetogeniche, che innescano la chetosi, sono molto efficaci per la perdita di peso e per la prevenzione di varie condizioni.

20. La dieta MIND
La dieta MIND è un ibrido delle diete mediterranee e DASH con l’obiettivo di ridurre la demenza e il declino della salute del cervello che di solito si verifica con l’età.
Questa dieta creata dai ricercatori del Rush University Medical Center di Chicago potrebbe ridurre significativamente il rischio di Alzheimer, anche per le persone che non la seguono rigorosamente. L’Alzheimer è una malattia che colpisce le aree del cervello che controllano la memoria, l’intelligenza, il giudizio, il linguaggio e il comportamento. Lo studio dei ricercatori di Chicago mostra che le persone che hanno seguito la dieta MIND avevano un rischio inferiore del 53% di Alzheimer.

21. Dieta Spark
Una delle diete sane senza importanti restrizioni dietetiche, la dieta Spark ottimizza il metabolismo e ti aiuta a perdere peso in soli 28 giorni. È stato concepito nel 1996 dal professor Chris Downie, che ha creato un piano alimentare per la propria situazione. Con molti chili in più, aveva tentato senza successo di rimuoverli con l’aiuto di vari programmi nutrizionali. Con l’aiuto della propria dieta, Chris Downie è riuscito a perdere peso, mantenersi e diventare riconosciuto a livello internazionale.

22. La dieta tradizionale asiatica
La cucina cinese è quasi vegetariana, usando solo il 20% di prodotti animali. Nella cucina asiatica, in particolare la cucina cinese, il riso è presente ad ogni pasto. Il loro cibo classico è una porzione di riso servita insieme a una preparazione di carne magra e vegetale, cotta a fuoco lento in pochi minuti. Pertanto, l’assunzione di vitamine, fibre, ferro, potassio e minerali è più elevata, mentre l’assunzione di grassi saturi è molto bassa.

23. Zona dietetica
Questa dieta, povera di grassi, ha un contenuto moderato di carboidrati e proteine ​​e mira a ridurre chilogrammi e grassi in alcune aree, rispettivamente fianchi e cosce, le zone in cui le donne perdono peso più duramente.

24. Dieta Rina
È una delle diete più popolari e promette di sbarazzarsi di circa 10 chilogrammi in 90 giorni. Ma perdere chili in più non è l’unica cosa che la dieta Rina promette. Una volta che sei riuscito a seguirlo, dovrebbe aiutarti a mantenere il tuo peso ideale e cambiare completamente il tuo metabolismo.
Ecco lo schema della dieta base con suddivisione degli alimenti:

-primo giorno, proteine
-secondo giorno, amidi
-terzo giorno, carboidrati
-quarto giorno, vitamine
Si ripete questo schema per 28 giorni e il 29 si digiuna, depurandosi.

25. Dieta macrobiotica
La dieta macrobiotica ha le sue origini in Giappone ed è più che una dieta uno stile di vita. Implica alimenti naturali e biologici, principalmente di origine vegetale (è consentito un pesce piccolo), un atteggiamento rilassato. Fondamentalmente, più che cibo, questa dieta enfatizza la vita spirituale.

26. Dieta antinfiammatoria del Dr. Weil
L’infiammazione cronica è la principale causa di molte malattie gravi, tra cui malattie cardiache, diversi tipi di cancro e Alzheimer. Quando l’infiammazione persiste attacca il corpo e può provocare varie malattie.

La dieta antinfiammatoria si basa sulla dieta mediterranea, con l’aggiunta di alcuni alimenti come il tè verde e il cioccolato fondente. Si consiglia di consumare abitualmente cibi ricchi di grassi omega 3. La dieta con effetto anti-infiammatorio non è una dieta nel senso popolare – non è progettata per perdere peso né è una dieta da seguire per un periodo di tempo limitato.

27. La dieta Dukan
Il noto piano di perdita di peso nella dieta Dukan è strutturato in quattro fasi, due per la perdita di peso e due per mantenere il risultato. Questo metodo di perdita di peso, basato in particolare sul consumo di proteine ​​naturali, con i suoi vantaggi e svantaggi, è oggi considerato uno dei metodi più efficaci e facili per combattere l’obesità in tutto il mondo, ma allo stesso tempo è molto controverso perché è considerato da molti specialisti pericoloso per la salute.

28. The Fast Diet (La dieta ufficiale 5: 2)
Michael Mosley, un giornalista addestrato come medico presso il Free Royal Hospital di Londra insieme a Mimi Spencer, giornalista e scrittore, hanno sviluppato un programma basato su prove scientifiche che mira a ridurre significativamente le calorie per due giorni alla settimana e quindi aiuta la perdita di peso.

I due hanno pubblicato il metodo del digiuno intermittente nel loro libro “The FastDiet”, rivisto e aggiornato nel 2015. Dicono che quando digiuni a intermittenza, inganni il corpo, che pensa di essere in un momento di carestia. In questo modo il corpo utilizza i depositi di grasso per bruciare energia.

29. Dieta Paleo
Raccomandata per la perdita di peso, ma anche per molti problemi di salute, la dieta Paleo, nota anche come “dieta umana primitiva”, è stata una delle diete più ricercate nel 2013 e all’inizio del 2014. Questa dieta è anche famosa per i suoi slogan: “sani per sempre con la paleodieta” oppure: “se la gente delle caverne non le ha mangiate, perchè dovresti farlo tu”, ovviamente, riferendosi a cereali, latticini, alimenti lavorati, zucchero, alcool e così via…
Nella Dieta Paleo la corretta alimentazione si dovrebbe basare esclusivamente su quei cibi che erano reperibili prima dello sviluppo delle tecniche agricole, cioè su prodotti di “selvaggina” di ogni tipo, specialmente midollo, cervella, frattaglie, sangue di mammiferi, pesce, crostacei, rettili, vermi, bachi, insetti, uccelli, uova, bacche, frutti, miele, vegetali appena spuntati, radici, bulbi, noci, semi, eccetera.
Consumando cibi come l’uomo primitivo, il livello di energia è assicurato per tutto il giorno e l’intera dieta ha un effetto anti-infiammatorio.

30. Dieta per la fertilità
La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) può essere una causa di infertilità. La SOPC è associata a cicli mestruali irregolari, insulino-resistenza e persino alti livelli di zucchero nel sangue, aumento dei livelli di ormoni androgeni, depressione, perdita di capelli e diradamento, acne, aggressività, cisti ovariche.

Pertanto, questa dieta è stata inventata, con un basso indice glicemico, che porterebbe alla perdita dei chili in più. I principi sono semplici: evitare i dolci, i succhi dolci, i cereali raffinati (pane bianco, riso bianco, pasta, che vengono sostituiti dall’intera variante), evitare il consumo di farina e aggiungere più frutta e verdura. Inoltre, vengono proposte alcune regole di associazione o di dissociazione del cibo.

31. Indice glicemico e dieta GLYX
La dieta GLYX viene a sostegno di persone con problemi di peso. Cataloga tutti gli alimenti secondo l ‘”indice glicemico” (GI). La dieta GLYX è personalizzata in base a sesso, età e peso. La parte buona è che consente il consumo deliberato di una gamma abbastanza “generosa” di alimenti.

32. La dieta per un addome perfetto
La dieta ABS è stata creata appositamente per coloro che vogliono perdere peso, ma anche ottenere un addome perfetto. Puoi perdere fino a 12 chili, a seconda del corpo, in sole sei settimane. Ha raggiunto uno degli ultimi posti perché è difficile da mantenere per chi non ama praticare sport, ma è molto efficace per quelli attivi.

33. Dieta alcalina
La dieta alcalina è l’ideale per chi ama mangiare molto, perché non si concentra sulla quantità, ma sull’equilibrio tra cibi alcalini, che dovrebbero essere consumati al 75%, mentre gli alimenti acidi dovrebbero rappresentare il resto del 25%. Ma la sua efficienza è ridotta in termini di perdita di peso se non si fa attenzione alle quantità.

A questo punto dovrebbe essere chiaro che se il nostro obbiettivo è perdere peso attraverso una valida dieta dimagrante, dovremmo sempre accertarci di seguire una dieta moderatamente ipocalorica, quindi povera di grassi. Una volta raggiunta la forma fisica, si dovrà mantenere stabile il peso corporeo, seguendo una corretta educazione all’alimentazione.
Ci sono diversi tipi di diete: le diete dimagranti, ad esempio, dovrebbero essere studiate da un nutrizionista, che stabilisce un regime alimentare equilibrato e personalizzato. In linea generale, la maggior parte delle donne riesce a perdere peso con una dieta attorno alle 1500 kcal al giorno, anche se alcune devono scendere a 1200-1000 kcal al giorno. Infatti ciò che funziona per una persona, non sempre va bene per un’altra, ci sono alcuni fattori che contribuiscono ad influenzare il diverso funzionamento del metabolismo: età, sesso, massa corporea e non per ultimo lo stile di vita. Per quanto riguarda invece la maggior parte degli uomini, normalmente si ottengono risultati apprezzabili con una dieta di 1800 kcal al giorno, anche se in alcuni soggetti bisognerà correggere la dieta scendendo a 1500-1200 kcal al giorno.

Migliore dieta dimagrante ipocalorica di 1400 calorie, a cura degli specialisti dell’ Azienda per i Servizi Sanitari

COLAZIONE:
a scelta tra i seguenti alimenti: caffè d’orzo 125 g – Thè 200 g – caffè 40 g.
Più latte parzialmente scremato.
Più 3 Fette biscottate 20 g – oppure a scelta i seguenti alimenti: Pan carre’ 30 g. – Fette biscottate integrali 20 g. – Crackers 20 g. – Crackers integrali – Biscotti secchi 20 g. – Biscotti senza zucchero 20 g.

SPUNTINO A META’ MATTINA: Yogurt alla frutta dolcificato.

PRANZO:

1. Verdura (media) 300 g.

2. Pasta di semola 70 g. oppure a scelta i seguenti alimenti: Riso 70 g. – Pasta integrale 85 g. – Minestrone 430 g. – Pane comune 85 g. – Patate 300 g.

3. Manzo magro 50 g. oppure a scelta i seguenti alimenti: Vitello Agnello 50 g. Maiale magro 50 g. Pollo petto 50 g. Pollo 50 g. Tacchino petto 50 g. Coniglio magro 50 g. Mozzarella 60 g. Rícotta dí mucca 100 g. Stracchino 60 g. Parmigiano Asiago 50 g. Prosciutto cotto magro 60 g. Bresaola 40 g.

4.Olio di oliva 15 g. (3 cucchiaini)

5. Pane comune 20 g. oppure a scelta i seguenti alimenti: Pane toscano (senza sale) 20 g. Pane integrale 25 g.

SPUNTINO A META’ POMERIGGIO: Mela imperatore 150 g. o a scelta uno dei seguenti frutti: Kiwi 150 g. Ananas 150 g. Prugne 150 g. Susine 150 g. Pere 150 g. Arance 200 g. Melone 200 g. Albicocche 200 g. Fragole 250 g. Pesche 250 g. Nespole 250 g. Pompelmo 100 g. Cocomero 400 g

CENA:

1. Manzo magno 130 g. oppure a scelta i seguenti alimenti: Vitello 130 g. Agnello 130 g. Maiale magro 130 g. Pollo 130 g petto Pollo 130 g. Tacchino petto 130 g. Coniglio magro 130 g. Cavallo 130 g. Merluzzo 250 g. Nasello 250 g. Seppie 250 g. Rombo 200 g. Trota 200 g. Sogliola 200 g. Spigola 200g. Pesce spada 150 g. Triglia 150 g. Cefalo 150 g. Sarda 150 g. Sgombro 140 g.

2. Verdure (media) 300 g.

3. Olio di oliva 15 g. oppure Olio di girasole 15 g. Olio di mais 15 g.

4. Pane comune 70g. oppure a scelta: Fette biscottate 55 g. Fette biscottate integrali 55 g. Riso 60 g. Fagioli freschi 90 g.

SPUNTINO SERALE:

1. Mela imperatore 150 g o a scelta uno dei seguenti frutti: Kiwi 150 g. Ananas 150 g. Prugne 150 g. Susine 150 g. Pere 150 g. Arance 200 g. Melone 200 g. Albicocche 200 g. Fragole 250 g. Pesche 250 g. Nespole 250 g. Pompelmo 100 g. Cocomero 400 g.

Dieta dimagrante di 1200 calorie giornaliere.

Appena svegli: un bicchiere di acqua naturale a temperatura ambiente.

Colazione:
Latte scremato dolcificato ml 150 con caffè o te e Corn flakes

Pranzo:
Primo piatto: pasta o riso condita con pomodoro fresco 60 grammi.

Secondi: g 160 di carne magra di manzo o pollame. In alternativa g 170 di pesce cotto alla griglia o al forno con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva.

Contorno : verdure crude o cotte g 170, condite con limone o aceto.

E’ possibile sostituire la carne con una razione di piselli, fagioli o lenticchie.

Si raccomanda non più di una fetta di pane.
Frutta fresca o cotta.

Cena:
Primo piatto: brodo o zuppa di verdura con una fetta di pane tostato.

Secondo piatto: formaggi (mozzarelle, ricotta di mucca, robiola, g 120 due volte alla settimana, oppure 2 uova sode o in camicia (non più di una volta alla settimana).

Pesce g 160 confezionato ai ferri o al forno usando 1 cucchiaio di olio (due volte alla settimana), oppure g 100 di prosciutto magro, bresaola, tonno al naturale.

g 170 di verdure e frutta come a pranzo.

Il mondo occidentale e le diete dimagranti.
Le splendenti immagini di modelle magrissime e di uomini muscolosi inducono le persone ad aspirare a una forma fisica irrealistica, difficile da raggiungere e ancor più da mantenere. Sappiamo che lo scopo di una dieta dimagrante è quello di provocare la perdita di peso, riducendo l’assunzione di calorie attraverso gli alimenti e le bevande, e aumentandone il consumo attraverso l’esercizio fisico, in modo che l’organismo usi più energia di quanta ne riceve. In questo modo le riserve di tessuto grasso si riducono gradualmente.

Per dimagrire, per motivi estetici o medici, non è necessario seguire le diete alla moda, né mangiare in maniera strana. Un’alimentazione equilibrata e di buon senso, basata sulla assunzione di moderate quantità di alimenti poveri di grassi, consentirà alla maggior parte delle persone di perdere peso senza correre rischi. Si dovrebbe inoltre perdere peso lentamente e costantemente e acquisire uno stile di alimentazione e di vita sano, da mantenere per tutta la vita, che renderà stabile la perdita di peso.

Una dieta dimagrante sana deve fornire tutte le sostanze nutritive di cui l’organismo ha bisogno. Poiché queste sostanze devono provenire con l’assunzione di un minor numero di calorie, è importante eliminare pasticcini, torte,biscotti e bevande zuccherate e alcoliche, che sono relativamente ricche di energia, ma povere di sostanze nutritive, e basarsi su alimenti poveri di energia, ma ricchi di sostanze nutritive, come verdura, frutta, carne magra, pollame, pesce, latticini scremati, pane e pasta. Fra tutti i componenti fondamentali degli alimenti, i grassi sono la fonte di energia più concentrata: con 9 calorie per grammo, essi forniscono più del doppio di calorie delle proteina e dei carboidrati, che ne forniscono 4 per grammo. Ridurre la quantità di grassi nella dieta è perciò il modo piir efficace per ridurre l’assunzione di energia. Si deve anche ricordare che la quaniità di grassi attualmente assunta con l’ alimentazione è superiore ai fabbisogni e quindi una sua riduzione è comunque consigliabile.

L’ alcol puro fornisce 7 calorie per grammo, per cui anche l’eliminazione dell’alcol è una maniera efficace per perdere peso. È diffusa l’idea che alimenti ricchi di amido come il pane, la pasta, il riso e Ie patate facciano ingrassare. In realtà questi sono alimenti mediamente calorici che, se non sono accompagnati da condimenti molto grassi, possono essere consumati in buona quantità anche durante una dieta dimagrante. Gli alimenti ricchi di amido aiutano a soddisfare l’appetito e sono anche importanti sotto l’aspetto edonistico, in quanto la pasta e il pane sono per cultura e tradizione alla base della nostra alimentazione quotidiana. Gli alimenti integrali, come pane e riso, sono preferibili a quelli raffinati, perché forniscono quantità superiori di alcune vitamine, di minerali e di fibre. Una sana dieta dimagrante dovrebbe comprendere anche molta insalata, ortaggi freschi e legumi (fagioli, piselli e lenticchie). La frutta fresca di stagione rappresenta una buona scelta per un dessert poco calorico e appetitoso.
La dieta per combattere il grasso: ecco cosa si deve mangiare e cosa non si deve mangiare:
per ridurre l’assunzione di grassi, è opportuno scegliere tagli di carne magra, togliere tutto il grasso visibile prima della cottura ed evitare prodotti carnei grassi come le salsicce, la pancetta e i salumi. Il pollame dovrebbe essere mangiato senza pelle e il pesce dovrebbe essere cotto al vapore, alla griglia o al forno (anche a microonde) anziché fritto. Durante una dieta dimagrante sono da evitare anche stuzzichini e frutta secca e tra i latticini è opportuno scegliere quelli più magri. Un aspetto importante in una dieta è anche il tempo che si dedica alla preparazione dei pasti. Il solito piatto di pasta al pomodoro o di petto di pollo ai ferri con insalata verde a lungo andare rattrista e fa desiderare alimenti ricchi e appetitosi. Lavorando un po’di fantasia e variando gli ingredienti si potranno preparare pietanze altrettanto dietetiche, ma dal sapore e dall’aspetto di volta in volta diverso e più appagante. Chi segue una dieta, nella prima settimana probabilmente calerà di 1,3 kg o più grazie alla perdita di acqua, ma in seguito è meglio puntare su un calo compreso tra i 450 e i 900 g alla settimana, che porterà a una riduzione del grasso. Aumentare il consumo di energia attraverso l’esercizio fisico, tre volte la settimana per almeno 20 minuti, aiuterà a bruciare i grassi e a tonificare i muscoli, garantendo una linea più magra.

UNA DIETA DIMAGRANTE EQUILIBRATA
Quando si fa una dieta, è importante accertarsi che gli alimenti assunti siano nutrienti. Mangiando gli alimenti sotto elencati, si otterranno livelli otttimali di sostanze nutritive necessarie alla buona salute.

ALIMENTI

CONSIGLI

ALIMENTI RICCHI DI AMIDO
pasta, riso, pane, patate, cereali e altri alimenti ricchi di amido devono essere la base della dieta; tutto il resto ruota intorno a loro. Al contrario di quanto si pensa, gli alimenti ricchi di amido non fanno ingrassare. ll pane e i cereali non contengono più calorie per grammo della carne magra e ne hanno molto meno dei grassi.

Si scelga pane non condito. La pasta deve essere condita con salsa di pomodoro o di verdura e un cucchiaio dì olio, evitando panna, burro, salse, formaggio e olio in eccesso.

FRUTTA E VERDURA
La dieta deve includere una grande varietà di frutta e verdura fresche.

La frutta essiccata e gli avocado devono essere consumati con moderazione: la frutta essiccata è ricca di zucchero e gli avocado di grassi. La verdura deve essere condita usando poco olio e succo di limone
o aceto per renderla più appetibile. Da evitare le patate fritte.

LATTE, FORMAGGIO E YOGURT
I latticini devono essere consumati con moderazione

E meglio scegliere latte e yogurt scremati o parzialmente scremati e formaggi magri come la ricotta e altri formaggi freschi.

ALIMENTI PROTEICI
Si scelga carne magra e si elimini tutto il grasso visibile, pollame senza pelle, pesce e legumi (lenticchie, piselli e fagioli secchi).

Cuocere al vapore, alla griglia, al forno o allo spiedo. Consumare interiora e frattaglie con moderazione. Da evitare prodotti ricchi di grassi come salami, salsicce e hamburger. Da evitare il pesce sott’olio, a meno che non sia ben scolato.

ALIMENTI GRASSI E DOLCI
In generale, usare poco olio, sia d’oliva sia di semi. L’olio di semi reclamizzato come più leggero fornisce le stesse calorie di quello extravergine d’oliva. Un dolce ogni tanto (una o due volte la settimana) non farà male, perché lo zucchero non è responsabile dell’obesità, a patto di scegliere quelli meno ricchi di grassi (gelato alla frutta, torta Margherita). Eliminare i grassi è infatti la cosa migliore durante una dieta.

Evitare tutti i tipi di stuzzichini, dolci e torte, perché contengono elevate quantità di grassi nascosti.

1 thought on “Dieta dimagrante: le 33 migliori diete del mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!