Le 16 diete dimagranti più popolari ed efficaci

Dieta con grano saraceno
PERDI 10 CHILOGRAMMI IN UNA SETTIMANA!

L’assunzione di calorie può essere ridotta in molti modi, ma non tutte le diete dimagranti hanno una base scientifica e alcune possono essere molto pericolose. I regimi alla moda che promettono effetti miracolistici non favoriscono un’alimentazione sana, né garantiscono una perdita di peso stabile e sicura. Le diete basate sulla combinazione degli alimenti, come la DIETA DISSOCIATA, aiutano a perdere peso, ma solo perché chi le segue aumenta il consumo di frutta e verdura a spese di alimenti più calorici e perchè le combinazioni di alimenti concesse sono molto limitate.

Le “pozioni magiche’, che promettono di ridurre il peso continuando a mangiare come al solito non possono funzionare: il peso si può ridurre solo riducendo l’assunzione di energia o aumentandone il consumo con una maggiore attività fisica. Le diete radicali, che comprendono sostituti del pasto, quali bevande o tavolette ipocaloriche, non possono garantire l’equilibrio e la completezza delle sostanze nutritive offerti dagli alimenti normali.

Il successo di tutte le diete radicali è di breve durata perché l’organismo perde acqua e proteine, anziché i grassi in eccesso. Una volta che si riprende a mangiare normalmente, i liquidi corporei vengono immediatamente reintegrati e si verifica un immediato ricupero del peso. Dimagrire di nuovo diventa ancora più difficile, per il fenomeno detto dello “yo-yo’. Chi entra nel ciclo yo yo tende a ingrassare sempre di più ogni volta che mangia “normalmente”. Si pensa che ciò sia dovuto a un rallentamento del metabolismo, oltre che, in alcuni casi, al circolo vizioso digiuno abbuffata che si instaura.
Il digiuno può essere una pratica pericolosa, che può provocare un abbassamento della pressione sanguigna, collassi e, a lungo andare, scompensi metabolici. Anche quando il digiuno è praticato sotto controllo medico, generalmente solo in casi di grande obesità, è molto difficile che la perdita di peso si mantenga quando si riprende a mangiare normalmente.

Dieta salutare per perdere dai 2 ai 5 kg:

La Crono Dieta (questa dieta è destinata a persone sane che hanno bisogno di perdere al massimo 5 kg

5 regole di base da rispettare:

I . Consumare nella prima parte della giornata – dalle 7 alle l5 – i corboidrati (cereali e derivati come pasta e pane, frutta, patate e legumi) perché il corpo ha bisogno di energia e necessita di tempo per assorbirlo. lnoltre, questo comportamento fovorisce lo produzione di serotonina, che blocca l’appelito.

2. Gli alimenti ricchi di proteine – pesce, carne, uova e formaggio – devono essere assunti a partire dalle 20, perché stimolono lo produzione degli ormoni della crescita che agevolono la dissipazione dei grassi.

3. Le verdure possono essere mangiate essere mangiate a qualsiasi ora del giorno, eccetto quelle ricche di carboidrati come la barbabietola e le patate.

4.Vietato saltare un pasto o prolungarlo troppo: incide negativamente sul metabolismo.

5.Mantenere regolarità negli orari dei pasti evitando il digiuno, perchè mangiare a ore prefissate regola l’appetito.

Ogni alimento alla sua ora

Cereali e derivati (pasta, pane) dalle 7 alle 15

Legumi: dalle 12,30 alle 15

Carne, pesce, uova e latticini: dalle 20 alle 22,30.

Carote, carciofi, barbabietole, patate, cavolfiori, verza, cavolini di Bruxelles: dalle 12,30 alle 15 e dalle 20 alle 22,30

Frutta:mai dopo le 17.

Consigli:

Per evitare gli attacchi di fame e la debolezza, si raccomanda di assumere ogni giorno un complesso vitaminico che contenga almeno le vitamine A, B, C ed E con ferro e magnesio.

Evitare di mangiare:

– Alle 8: gli alimenti ricchi di proteine e i seguenti carboidrati e dolci-. brioche, pane, burro, marmellata, cioccolata, zucchero raffinato, frittelle. Gli altri carboidrati cereali, muesli, frutta, patate e legumi sono permessi.

– Alle 10,30: bibite gassate e panini.

– Alle 13: alimenti ricchi di proteine, salse come la maionese, zucchero e marmellata, latte e derivati, pasta e riso con salsa a base di carne, pesce o uova.

– Alle 16: bibite gassate e panini.

– Alle 18: succhi di frutta e tutti i dolci.

– Alle 20: tutti i carboidrati, legumi, patate, zucchero, dolci, formaggio, insaccati, grassi, carne o pesce fritto ( ma alla piastra o al vapore, oppure le uova e i latticini che non siano formaggio sono permessi)

Chi segue una dieta rigida deve sottoporsi a frequenti controlli medici?
Sì, assolutamente. Qualsiasi dieta va attuata sotto stretto controllo medico, che
Si rende tanto più necessario quanto più il regime dietetico è severo.

Dieta per sbarazzarsi di 6 – 8 chili di peso in più:
Non si tratta di una dieta rigida o come si dice “da fame”. Il valore di questa dieta sta nella perseveranza con cui essa viene seguita.

E se per due mesi, non si sgarra, ecco che anche un introito di 1100- 1200 calorie, come propone questa dieta, è più che sufficente a far perdere anche otto chili di sovrappeso.

LUNEDI’
Colazione:
yogurt magro e macedonia di agrumi (arancia e pompelmo).

Pranzo:
pasta (80 g) al pomodoro; insalata di fagioli (80 g),sedano (150 g) con marmigiano e scagliette, mezzo panino.

Cena:
minestrone con pasta ( verdure surgelate 100 g, 30 g di pasta, formaggio gratugiato, mezzo dado); frittata agli spinaci ( un uovo, 70 g di spinaci, un cucchiaio di parmigiano, un ricciolo di burro), insalata di peperoni (100 g) , pomodori (100 g) e rucola.
MARTEDI’
Colazione:
latte parzialmente scremato (200 g), mezzo panino.

Pranzo:
fesa di maiale (150 g), al vino bianco, con salvia, rosmarino, e agli; insalata di finocchi (300g); frutti di bosco (150 g); mezzo panino.

Cena:
cosce di pollo (150 g) cotte con peperoni ( 150 g), pelati, cipolla e aglio e un cucchiaino d’olio; insalata verde ( 130 g).
MERCOLEDI’
Colazione:
yogurt alla frutta e due cracker.

Pranzo:
risotto marinaro( riso 70 g, una sogliola 100 g, un cucchiaio di vino bianco, olio, sale, prezzemolo); scampi (tre) alla griglia e insalata.

Cena:
tonno (40 g sgocciolato) , insalata mista (cetrioli e peperoni per 500 g in tutto); formaggio emental (40 g), olio e sale.
GIOVEDI’
Colazione:
latte parzialmente scremato (200 g) e pane (30 g).

Pranzo:
fegato (100 g) alla salvia con un cucchiaino di olio e limone; insalata di sedano, lattuga, pomodori e mele; mezzo panino.

Cena:
filetti di merluzzo (100 g) in salsa (prezemolo, aglio, olive nere, capperi), insalata di pomodori, cetrioli e carote; mezzo panino.
VENERDI’
Colazione:
cappuccio e brioche.

Pranzo:
fettine di vitello (150 g), cotte con olio e limone; patate profumate( patate 180 g, ricotta 30 g, tre cucchiai di latte scremato, rosmarino, noce moscata); insalata di carote (100 g), songino (200 g), e rucola con olio di oliva.

Cena:
Ricotta (100 g) condita con olio, basilico, cetrioli (200g) e pomodori ( 200 g), una pesca.
SABATO
Colazione:
caffè, pane tostato (una fetta) e 10 g di fontina.

Pranzo:
nasello (250 g) ai capperi con prezemolo, aglio e basilico, verdure cotte e crude (cavolfiore 300 g, indivia 100 g), due cucchiai d’olio di oliva; una pesca.

Cena:
pizza Margherita (una porzione media).

DOMENICA
Colazione:
yogurt magro, un pompelmo e un’arancia.

Pranzo:
pasta del vegetariano (70 g di pasta integrale, condita con uno stufato di zucchine 70 g, porri 80 g, una carota, un cucchiaino d’olio); scottadito alle erbe (agnello magro 120 g, aceto, basilico e odori, un cucchiaino d’olio); pomodori (250 g) all’origano.

Cena:
prosciutto (50 g) e melone; insalata di carote e zucchine;mezzo panino.

SOTTO ESAME LE DIETE PIU’ CELEBRI

Le vie più battute per perdere peso non sono sempre le più ragionevoli. Parliamo prima di tutto del fai-da-te del dimagrire. Ma anche di molte diete firmate.

Le diete dimagranti più popolari ed efficaci

Ognuna di queste diete ti aiuterà a ottenere i risultati tanto attesi, senza compromettere la tua salute e senza il pericolo dell’effetto yoyo . Tuttavia, per quelli di voi che soffrono di varie malattie, come diabete, malattie cardiovascolari, ecc., Si consiglia di consultare un medico specialista prima di adottare qualsiasi dieta dimagrante.

1. Dieta Rina

PERDI 10 KG IN 90 GIORNI.

Dieta Rina rientra nella categoria delle diete dissociate, il che significa che un giorno puoi consumare cibi di una categoria: carboidrati , proteine , ecc. ed è una dieta che promette risultati sensazionali. Consumando prodotti di un singolo gruppo alimentare, faciliterai la digestione, che accelererà il processo di perdita del peso.

Sebbene ti aiuti a perdere peso in breve tempo, la dieta è salutare, è stata approvata da molti nutrizionisti e cardiologi . Un grande vantaggio di questa dieta è che non devi preoccuparti di accumulare nuovamente i chili persi. Con la dieta Rina puoi sicuramente dimenticare l’effetto yoyo perché il suo obiettivo non è solo quello di perdere peso, ma anche di accelerare il metabolismo.

2. La dieta del duca
La dieta Dukan è una delle diete che promettono risultati rapidi e permanenti. Consiste in una dieta , suddivisa in 4 fasi, ricca di proteine ​​e povera di carboidrati.

Il piano alimentare di Dukan è stato ideato dal medico francese Pierre Dukan nel 1970. In seguito ai risultati ottenuti dai pazienti dopo aver adottato questa dieta, Pierre Dukan ha pubblicato la dieta nel 2000, un libro che è stato tradotto e pubblicato in non meno di 32 paesi.

Il successo della dieta Dukan si basa principalmente sul consumo di proteine ​​animali e latte. Tuttavia, può essere adottato tra vegani e vegetariani. Molti vegetariani sono riusciti a seguire con successo la dieta, con piccoli cambiamenti. La loro dieta consisteva nel consumo di carne di pesce, uova e latticini.

I vegani che non sono disposti a consumare prodotti di origine animale non sono i candidati più adatti alla dieta Dukan. Sebbene molte persone abbiano ottenuto risultati sorprendenti sostituendo la carne con prodotti come il tofu, un approccio vegano alla dieta Dukan può diventare una vera sfida.

3. Dieta danese

LA DIETA DANESE TI AIUTA A PERDERE FINO A 10 CHILOGRAMMI IN 2 SETTIMANE.

La dieta danese è stata progettata in modo che, alla fine, puoi tornare alla tua dieta normale senza preoccuparti dell’effetto yo-yo . I cambiamenti che questa dieta porta al metabolismo possono durare fino a 2 anni.

Affinché la dieta abbia successo, è necessario rispettare le regole, (ad esempio, una gomma da masticare può rendere la dieta inefficiente).

Il motivo per cui la dieta danese ti permette di perdere così tanto peso in pochissimo tempo, è dovuto alla riduzione di grassi e carboidrati. Inoltre, frutta, patate, zucchero, pasta e cereali vengono eliminati e si consiglia un consumo moderato di uova, carne, caffè, pesce e insalata verde (fresca).

4. Dieta chetogenica

CON L’AIUTO DELLA DIETA KETO, PERDI 7 CHILOGRAMMI IN UN MESE.

Sebbene sia stata riscoperta solo di recente, la dieta chetogenica è stata progettata nel 1924 da Russell Wilder per curare i pazienti con epilessia. Oggi, la dieta chetogenica è considerata una delle diete più sane ed efficaci per la perdita di peso , purché siano rispettate le sue regole di base. I suoi principi sono atipici rispetto ad altre diete di cui potresti aver sentito parlare o che probabilmente hai provato, ma ha avuto successo tra coloro che volevano perdere peso, anche se si concentrano sull’assunzione prevalentemente di grassi.

La dieta chetogenica prevede la riduzione di carboidrati, si consigliano circa 50 grammi al giorno o meno. Invece, saranno consumate moderate quantità di proteine ​​e grassi.

Nella maggior parte dei casi, una dieta regolare consiste nel consumare 50% o più di carboidrati. Per questo motivo, il corpo li trasforma nella principale fonte di energia. Il risultato della riduzione della quantità di carboidrati e dell’aumento della quantità di grasso consumato farà sì che il corpo si adatti ad un’altra fonte di energia, vale a dire il grasso.

Poiché questa non è una dieta che ti aiuterà a perdere peso e mira a curare i disturbi e migliorare la tua salute generale, non è consigliabile seguirla a caso , senza consultare prima uno specialista, soprattutto se soffri di alcune condizioni (diabete, malattie cardiache, ecc.)

5. Dieta con grano saraceno

PERDI 10 CHILOGRAMMI IN UNA SETTIMANA!

Forse alcuni di voi, nei loro sforzi e tentativi di perdere peso, hanno provato o sentito parlare della dieta del grano saraceno . Non è una delle diete più convenienti, ma i risultati sono buoni. Con il suo aiuto puoi perdere fino a 10 chili in una settimana, ma richiede volontà e ambizione.

Il grano saraceno non è solo una delle fonti più preziose di proteine ​​vegetali, ma è anche ricco di vitamine, minerali e acidi grassi essenziali. Per coloro che possono avere qualche dubbio, ricordiamo che il grano saraceno è una varietà vegetale chiamata Cannabis Sativa, ma non contiene THC, la sostanza che produce gli effetti indesiderati. Inoltre, è utilizzato in numerosi processi industriali ed è considerato superfood.

Tra le vitamine contenute nel grano saraceno possiamo citare: A , D , E e alcune B e minerali tra cui sodio, calcio, fibre alimentari e ferro. Contiene inoltre entrambi i tipi di acidi grassi, sia omega 3 che omega 6 , nonché aminoacidi e proteine essenziali. Gli aminoacidi sono fondamentali per costruire la massa muscolare, supportando così la crescita e lo sviluppo.

6. Dieta con zuppa di cavolo

PERDI 5 CHILOGRAMMI IN UNA SETTIMANA.

Secondo gli specialisti, la dieta con zuppa di cavolo non è la migliore scelta a lungo termine ma, piuttosto, una soluzione pratica per coloro che vogliono perdere peso velocemente, in pochissimo tempo.

Nonostante la popolarità della dieta con la zuppa di cavolo, pochi conoscono la sua origine. Secondo l’American Dietetic Association, la dieta è stata concepita negli anni 50, anche se alcuni esperti ritengono che sia più antica. E’ stata ideata da soldati americani per la protezione contro lo scorbuto o carenza di vitamina C .

La dieta con la zuppa di cavolo è diventata popolare dagli anni 80, specialmente tra le attrici e le modelle che, a causa della loro professione, a volte necessitavano di una rapida perdita di peso.

7. Dieta Paleo

PERDI FINO A 30 CHILOGRAMMI IN 6 MESI.

Come si può immaginare dal nome, la dieta Paleo è un ritorno a tempi più semplici nel periodo paleolitico. Ciò implica l’adozione di una dieta composta esclusivamente da alimenti che potresti trovare o cacciare: carne, verdure, frutta ecc. Sfortunatamente, gli alimenti elaborati non rientrano in nessuna delle due categorie.

La teoria alla base della dieta Paleo si basa sulla convinzione che il corpo umano sia costruito per quello stile di vita. L’agricoltura ha cambiato notevolmente la dieta introducendo prodotti lattiero-caseari, cereali e legumi. Questa rapida e ritardata trasformazione della dieta ha portato ad un adattamento forzato del corpo. L’anatomia e la genetica umana hanno subito pochissimi cambiamenti dall’età della pietra fino ad oggi e la nutrizione che abbiamo acquisito con lo sviluppo dell’agricoltura e dell’industrializzazione, il verificarsi di alimenti sempre più elaborati, hanno danneggiato il corpo. Secondo le ipotesi, questi fattori avrebbero contribuito alla nascita e alla diffusione delle malattie della modernità. Parliamo qui di obesità , diabete ,malattie cardiovascolari, diversi tipi di cancro, ecc.., che rappresentano una vera minaccia per ognuno di noi.

Secondo Loren Cordain, l’autore di The Paleo Diet, una dieta ricca di proteine ​​e fibre, simile a quella dei nostri predecessori preistorici, ti aiuterà a raggiungere il tuo peso ideale e a migliorare significativamente la tua salute.

8. Dieta Atkins

La dieta Atkins è stata creata nel 1972 dal cardiologo Robert C. Atkins e consiste in una dieta ricca di proteine ​​e grassi e povera di carboidrati . Negli ultimi 12 anni, oltre 20 studi hanno dimostrato che tali diete sono molto efficaci per la perdita di peso e persino per migliorare la salute. La DIETA ATKINS come abbiamo detto enfatizza il consumo di proteine e grassi. Scarsi gli zuccheri, sia composti (come quelli della pasta) che semplici.

Inizialmente, la dieta è stata progettata per scopi personali. In seguito ai risultati, Atkins lo raccomandò ai suoi pazienti. Negli ultimi anni il piano alimentare di Atkins ha goduto di enorme popolarità.

Secondo il Dr. Robert C. Atkins, molti di noi hanno abitudini alimentari quotidiane che stimolano i depositi di grasso e il principale fattore che provoca l’accumulo di chili in più è il consumo di carboidrati raffinati. Sulla base di questa osservazione, è stata creata la dieta Atkins. Il principio di funzionamento è semplice: limitando il consumo di carboidrati, il corpo dovrà utilizzare come fonte alternativa di energia i grassi immagazzinati.

9. Dieta con uova sode
La dieta delle uova sode è ovviamente l’ingrediente principale delle uova. Questa dieta consiste in una riduzione significativa del numero di calorie consumate ed è progettata per risultati rapidi.

Le uova sono un ottimo cibo, contengono molti nutrienti e molte proteine. Consumandoli, fornirai al corpo tutti i nutrienti e le vitamine che sono necessari.

Le uova hanno vitamine, minerali, grassi sani, nutrienti e proteine. Un singolo uovo contiene vitamine B12 , B2 , A , B5 , E e D. Inoltre, contiene quasi tutti i minerali essenziali, come ferro, zinco, calcio, magnesio, potassio, fosforo, selenio e folati.

Ovviamente, un uovo ha tra le 60 e le 70 calorie, 6 g di proteine, 5 g di grassi e piccole quantità di carboidrati.

Sebbene la quantità di colesterolo sia considerevole, 185 mg / uovo , la ricerca indica che le diete che hanno come alimento principale le uova, seguite per un breve periodo, non contribuiranno al significativo aumento del livello di colesterolo.

Le regole della dieta con le uova sono molto semplici. Seguirai un menu preimpostato per 7 giorni, ma non di più! Qui puoi trovare il piano dietetico della dieta con uova sode.

10. DIETA MAYO: concede solo 800 calorie, decisamente insufficenti. E’ una dieta squilibrata a favore delle proteine:prevede anche un numero eccessivo di uova.

11. DIETA SCARSDALE: e più equilibrata sul piano qualitativo. Apporta 900 calorie, ancora troppo poche per non provocare devastanti accessi di fame.

12. DIETE DISSOCIATE: le versioni migliori propongono di perdere peso mangiando ogni giorno, naturalmente in quantità limitata, solo un certo tipo di alimenti. Facili e fantasiose, ma squilibrate e a volte…..difficili da digerire.

13. DIETA PRITIKIN: qui si è imboccata una strada decisarnente opposta rispetto alle precedenti, molte verdure, troppo scarse le proteine e soprattutto i grassi. Solo 800 calorie.

14. DIETA-FIBRE: come le diete macrobiotiche o quelle rigidamente vegetariane rivela dei “buchi” sul versante delle proteine e dei minerali (a cominciare dal calcio).

15. DIETA ALLA FRUTTA: è tra le varianti peggiori delle diete dissociate. Propone di dimagrire prevalentemente a base di frutta. Scarsi i grassi e le calorie (meno di 1000).

16. DIETA-PUNTI: l’unica italiana tra le dieci celebri ricalca i tanti difetti delle diete iperproteiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!